Come preparare la pelle all’abbronzatura

22 Luglio 2016

Siamo già in piena estate, tempo di spiaggia e abbronzatura. Tutti noi conosciamo gli importanti effetti benefici del sole sull’organismo, in quanto migliora l’umore, accentua il tono muscolare e stimola la produzione di vitamina D. Dobbiamo però prestare attenzione ai rischi causati dall’esposizione ai raggi UV.

Come possiamo preparare al meglio la nostra pelle in vista dei giorni che trascorreremo al mare? Per evitare scottature, eritemi e macchie è importante adottare fin da ora alcune strategie.

Lo scrub, il nostro migliore alleato

Uno dei gesti più semplici ed efficaci per preparare la pelle ai raggi UV è lo scrub esfoliante. Utile a rimuovere le cellule morte e le impurità presenti sull’epidermide, è un trattamento da effettuare regolarmente su viso e corpo una volta a settimana, in particolare in presenza di pelle secca, spenta o con imperfezioni. Una corretta esfoliazione favorisce la rigenerazione di nuovo tessuto cutaneo e assicura levigatezza e luminosità. In caso di cute delicata e sensibile dobbiamo prestare particolare attenzione al cosmetico scelto, preferendo allo scrub il più delicato gommage, composto da oli vegetali o creme idratanti anziché da microgranuli.

La sua correlazione con l’esposizione solare riguarda il fatto che una pelle rigenerata e vitale è maggiormente attiva anche nei processi di autodifesa, ovvero nella produzione di melanina; ne consegue un’abbronzatura più veloce e omogenea. Non abusare del trattamento è altrettanto importante, però, per non rischiare di irritarla e poi esporla ad un’intensa irradiazione.

Per saperne di più puoi consultare il nostro post dedicato allo scrub.

Purificare per eliminare le impurità

Una pelle vellutata e senza imperfezioni è una pelle pronta ai bagni di sole e capace di far risaltare maggiormente l’abbronzatura. Ecco allora la necessità di preparare l’epidermide con maschere specifiche capaci di ridurre il sebo in eccesso, prevenire la comparsa delle impurità e attenuare rossori.

Abbronzatura e idratazione

Un bel colorito parte dall’idratazione

Per garantirsi un colorito sano e uniforme è essenziale non dimenticarsi mai di una buona idratazione ed elasticità del derma. I raggi solari tendono infatti a seccare l’epidermide: risulta per questo importante arrivare all’appuntamento col sole con una pelle ben idratata. Fondamentale l’utilizzo di una buona crema nutriente e idratante per il corpo e il viso, da applicare mattina e sera. Un’attenzione particolare va riservata ai capelli, che rischiano di rovinarsi a causa di sole, salsedine e vento: devono perciò essere idratati con shampoo e maschere nutrienti prima e durante l’esposizione solare.

Abbronzatura e alimentazione

L’abbronzatura comincia a tavola

Quello tra bellezza e abitudini alimentari è un legame ormai consolidato e riconosciuto da tempo. Preparare la pelle al sole estivo significa scegliere un’alimentazione ricca di sostanze necessarie a mantenerla in salute e a stimolare la naturale produzione di melanina, utile a difenderci dall’azione dannosa dei raggi UV.

Nelle settimane che precedono le vacanze estive è preferibile consumare tutti quegli alimenti che rafforzano le difese dell’organismo. Nel dettaglio, è opportuno fare scorta di betacarotene, carotenoide precursore della vitamina A (retinolo), presente in molti frutti, cereali, oli, verdure a foglia verde, patate dolci, zucca, spinaci, albicocche, peperoni e carote. La sua attività come antiossidante naturale contrasta la formazione di radicali liberi e, di conseguenza, aiuta nella prevenzione di scottature o arrossamenti. Il suo accumulo nel fegato, inoltre, ne garantisce una quantità di riserva che dona poi alla pelle un colorito tendente all’arancio-dorato, migliorando la cromia dell’abbronzatura.
Via libera dunque a frutta e verdura a buccia e polpa gialla e arancione e al consumo di pomodori e crucifere (broccoli e cavoletti di Bruxelles), per fare il pieno di antiossidanti che combattono i radicali liberi e l’invecchiamento. 
Infine, come abbiamo già detto, una buona idratazione è indispensabile per una corretta abbronzatura: il consiglio è, infatti, quello di bere almeno due litri di acqua al giorno.

Preparare la propria pelle per una migliore abbronzatura non esclude assolutamente l’utilizzo di prodotti solari per la protezione, ma addirittura ne richiede un maggior utilizzo: essendo più reattiva e vitale, la cute è quindi anche maggiormente indifesa. Garantirsi un’abbronzatura omogenea e dorata significa usare prodotti con alto SPF che ci garantiscano sicurezza e riduzione dello stato infiammatorio della pelle.