Cura delle mani: tutto quello che c’è da sapere

30 Settembre 2016

Le mani sono considerate da molti il nostro biglietto da visita, la parte del corpo che, insieme al viso, viene mostrata a tutte le persone con cui interagiamo.

Hai mai pensato a quante cose facciamo o diciamo con le mani, attraverso la comunicazione non verbale? Le mani sono uno degli strumenti più importanti che la natura ci ha messo a disposizione ed è per questo che meritano un’attenzione particolare.

Il continuo contatto con agenti esterni le espone, però, al rischio di fastidiosi inestetismi e imperfezioni. Acqua troppo calda o troppo fredda, composti chimici aggressivi e irritanti,  agenti atmosferici e trascuratezza tendono a renderle aride, opache, arrossate e a farle invecchiare precocemente.

Scopriamo allora come prendersi cura delle proprie mani, per mantenerle belle, morbide e idratate, utilizzando prodotti adeguati e seguendo semplici regole per prevenire l’invecchiamento.

cura-mani-detersione

Detersione: scegliere il sapone giusto

Essendo la zona del corpo che maggiormente entra in contatto con una gran quantità di superfici eterogenee, le mani sono particolarmente esposte al rischio di contaminazione da parte di batteri e germi. Per questo motivo è fondamentale un’igiene costante e accurata, ma non aggressiva. Un’attenzione particolare va infatti alla composizione del detergente con cui vengono lavate le mani. È preferibile utilizzare sempre detergenti delicati e preferibilmente idratanti, non eccessivamente schiumosi, che rispettino il pH fisiologico, prevengano infezioni batteriche e non alterino il naturale film idrolipidico che ricopre l’epidermide. Lavare le mani è un gesto che compiamo spesso durante la giornata, e a cui non sempre dedichiamo la giusta attenzione. Proprio a causa della frequenza con cui viene eseguito, necessita dell’utilizzo di prodotti che garantiscano questi parametri (se ne trovano anche a costi contenuti).

Dopo il lavaggio è importante asciugare bene le mani con un asciugamano morbido, in modo che non restino tracce d’acqua che favoriscono le screpolature.

cura-mani-idratazione

Idratazione: contrastare secchezza e opacità

Mani belle e lisce significa mani idratate. La cura quotidiana della nostra pelle deve necessariamente prevedere l’applicazione di creme idratanti, nutrienti e protettive. L’utilizzo regolare di questi prodotti nutre le mani e mantiene integro il film idrolipidico. Sono dunque consigliate creme specifiche per le mani, a base di glicerina, vitamine antiossidanti (vitamina A e vitamina E), jojoba, burro di karité e pantenolo, da applicare almeno una volta al giorno per assicurarsi una perfetta morbidezza e idratazione, andando a calmare quella fastidiosa sensazione di “pelle che tira”.

In caso di mani particolarmente rovinate è consigliabile un trattamento intensivo come la maschera, che contiene una maggior concentrazione di sostanze nutrienti e oleose che necessitano di tempo per venir assorbite dalla pelle. La maschera va infatti tenuta in posa per circa 30 minuti, avvolgendo le mani con un panno caldo: il calore dilata i pori e consente alle sostanze contenute di penetrare meglio. Dopo il risciacquo con acqua tiepida, si noteranno subito gli ottimi risultati ottenuti.

Per prevenire ispessimenti e callosità si possono anche effettuare dei peeling specifici per le mani che aiutano a rimuovere gli strati di pelle morta.

cura-mani-inestetismi

Gli inestetismi più comuni: mani secche, arrossate, con macchie

Tra i disturbi più frequenti che colpiscono le mani troviamo:

  • Mani secche

Sono spesso il riflesso dell’utilizzo di prodotti non adatti al proprio tipo di pelle. Sono caratterizzate da colorito spento, rugosità, trama irregolare e cute disidratata. Per porre rimedio è opportuno applicare costantemente prodotti dalle proprietà idratanti (per riattivare la componente idrica della cute), emollienti (per ammorbidire la pelle) e con effetto barriera (per proteggere dalle aggressioni esterne). Le mani molto secche possono beneficiare anche di maschere intensive a base di antiossidanti, ceramidi, pantenolo e sostanze antiage.

  • Mani arrossate

Sbalzi di temperatura e lavaggi frequenti con detergenti irritanti possono aggredire la pelle, causando arrossamenti, screpolature, bruciore, irritazioni e prurito. Risulta dunque necessario prendersi cura delle mani arrossate scegliendo cosmetici capaci di ridurre la sensazione di calore e prurito e ripristinare il film idrolipidico alterato. Via libera a creme estremamente emollienti e nutrienti, ricche di sostanze naturali come allantoina, glicerina, pantenolo ed estratti di camomilla.

  • Mani con macchie

Col passare degli anni, possono comparire delle macchie scure sulla pelle di viso e mani. Queste discromie sono dovute a una irregolare distribuzione della melanina, causata a sua volta da raggi UV, sbalzi ormonali o inquinamento. In questi casi è consigliabile ricorrere a cosmetici altamente specifici dalle proprietà schiarenti ed esfolianti, da usare come un vero e proprio trattamento terapeutico per almeno 3 mesi (tempo necessario ad effettuare 3 turnover cellulari completi). Una buona norma è lo scrub per le mani, che permette l’eliminazione delle cellule morte tramite il processo di esfoliazione. Così come lo scrub per il viso o per il corpo, questo trattamento rende la pelle più giovane e liscia, uniformando la tonalità e combattendo le macchie cutanee.

 

Non dimentichiamoci, poi, che non ci sono belle mani senza unghie sane e curate: una manicure eseguita regolarmente permette di essere sempre in ordine, dando un notevole valore aggiunto al nostro aspetto.