Smagliature: tutto quello che c’è da sapere

1 Luglio 2016

Tra gli inestetismi più temuti e meno sopportati troviamo sicuramente le smagliature, fastidiose striature rosse o bianche che colpiscono in prevalenza seno, glutei e cosce femminili. Scopriamo a cosa sono dovute e le soluzioni a cui possiamo ricorrere per prevenirle ed attenuarle.

Cosa sono le smagliature

Definite in ambito medico atrofie dermo-epidermiche a strie, le smagliature sono l’effetto di un’alterazione del derma, lo strato più profondo della pelle, che è legata inizialmente a fenomeni di tipo infiammatorio e si sviluppa poi in senso cicatriziale.

In alcune aree del corpo le fibre di collagene ed elastina possono subire un danneggiamento di tipo meccanico sulla loro componente elastica, portando queste fibre fino al loro punto di rottura. Ciò porta al cedimento del derma e alla comparsa sulla cute di depressioni, di linee più o meno spesse chiamate linee cicatriziali. Nella fase iniziale il loro colore si avvicina al rosso-violaceo come effetto dell’alterazione dell’epidermide (formazione delle smagliature rosse): la pelle si tende, diventa più sottile e mostra lo strato sottostante ricco di sangue. In questo caso il problema è semplicemente estetico: le strie rubrae risaltano sul derma circostante e il “solco” risulta percettibile al tatto a causa del ridotto spessore della pelle. Col tempo le strie rubrae divengono strie distensae: si atrofizzano, il sangue smette di circolare nella zona e nascono così le smagliature bianche.

Le dimensioni delle smagliature variano da pochi millimetri a diversi centimetri. Interessano soprattutto seno, addome, glutei, fianchi e cosce, ma possono presentarsi anche su interno delle braccia e della coscia, parte bassa della schiena, ginocchia e polpacci.

Le principali cause

A livello biochimico la relazione che lega la formazione delle smagliature e il conseguente superamento del punto di rottura fisico della capacità elastica delle fibre del derma è da ricercarsi in un indebolimento della pelle, provocato dalla carenza di proteine e da squilibri ormonali.

La rottura delle fibre di collagene ed elastina è dovuta all’aumento dell’ormone cortisolo che blocca l’azione dei fibroplasti, le cellule responsabili della produzione delle principali proteine del tessuto connettivo (collagene ed elastina, appunto) e ciò porta al danneggiamento materiale delle fibre.

principali cause

Questa iperproduzione di cortisone da parte della ghiandola surrenale è determinata da diversi fattori che favoriscono la comparsa delle smagliature rosse:

  • Sviluppo adolescenziale: tra i tanti ormoni secreti in eccesso durante lo sviluppo puberale c’è anche il cortisolo
  • Uso continuo di alcuni farmaci contenenti cortisolo
  • Stress: condizioni di stress psichico e fisico aumentano la produzione di cortisolo, chiamato anche “ormone dello stress”
  • Menopausa
  • Alcune patologie come la malattia di Cushing.

Le smagliature appaiono in seguito a una brusca modificazione del tessuto adiposo sottocutaneo o della circonferenza di alcune parti del corpo, come nel caso di:

  • Brusche variazioni di peso: se si ingrassa o si dimagrisce troppo rapidamente la pelle non ha il tempo di ricompattarsi e genera smagliature
  • Obesità
  • Utilizzo di indumenti stretti
  • Eccessiva attività fisica

Il periodo più a rischio per la comparsa di smagliature rimane la gravidanza, soprattutto per le donne giovani al primo parto. Stress e ansia, associati all’alterazione della struttura addominale, costituiscono il terreno fertile per la formazione di strie rubrae. In particolare si verifica un’enorme produzione di cortisolo tra il sesto e l’ottavo mese di gestazione e sulla pancia in crescita compaiono questi inestetismi. Anche il seno risulta colpito, in quanto nella fase di allattamento tende a ingrossarsi, per poi tornare velocemente alle dimensioni precedenti o addirittura più piccolo al termine di tale periodo.

Prima regola: la prevenzione

La prima norma è evitare gli sbalzi di peso repentini, il classico effetto fisarmonica o yo-yo, che ha spiacevoli effetti su fisico e pelle. Per questo è opportuno seguire una dieta ricca di frutta, verdura e cereali integrali e povera di grassi, per mantenere il proprio peso forma e una cute elastica.

Per la salute del corpo è molto importante l’idratazione, bere almeno due litri di acqua al giorno e applicare regolarmente la crema idratante. Ottimi in questo senso l’olio d’oliva, la cui composizione in acidi grassi è molto simile a quella del sebo della pelle umana, e l’olio di mandorla, ricco di vitamina B e vitamina E, importanti per la sintesi di elastina. L’olio di cocco idrata e nutre la pelle grazie alle vitamine antiossidanti, mentre l’aloe vera attenua le strie rosse, esfoliando e idratando.

Nemiche dell’elasticità cutanea sono invece le cattive abitudini, come fumo, abuso di alcol e vita sedentaria.

prevenzione in gravidanza

Durante la gravidanza è buona norma seguire alcuni semplici accorgimenti per garantire alla pelle la giusta elasticità. È importante, dunque, applicare su tutto il corpo creme rigeneranti con alto potere rielasticizzante, indossare reggiseni rinforzati per impedire il cedimento della pelle e seguire una dieta sana con il giusto apporto di vitamine e sostanze necessarie all’attivazione dei fibroplasti (olio extravergine di oliva, grassi non saturi, combinazione di carboidrati complessi e legumi).

Bisogna comunque tenere sempre in considerazione la componente genetica, ovvero la predisposizione naturale alla formazione delle smagliature; non tutti infatti possono, seppur con le dovute accortezze, contrastare in maniera ugualmente efficace questo fastidioso inestetismo. Tendenzialmente una pelle secca o di colorito più scuro avrà maggiori probabilità che si formino smagliature visibili.

Come eliminare le smagliature

Nella fase infiammatoria, ovvero quando le smagliature sono ai primi stadi, è possibile utilizzare prodotti specifici per la loro riduzione, come creme, oli e spray appositi che hanno un’azione levigante della pelle e favoriscono il ripristino della sua normale elasticità. Da non dimenticare l’attività fisica e gli impacchi di fanghi termali ricchi di sali minerali che rigenerano i tessuti.

Per potenziare gli effetti di questi prodotti è consigliabile scegliere alcuni trattamenti estetici, in grado di modificare il colore e la profondità delle smagliature:

  • Peeling di acido glicolico
  • Massaggio subdermico
  • Endermologia
  • Laser a luce pulsata

In caso di smagliature Officina Italica propone la Crema corpo restitutiva idratante Tosco, a base di olio d’oliva toscano e vitamina E, che idrata e rielasticizza per 6-8 ore dalla sua applicazione, oltre a lenire i microarrossamenti dovuti all’infiammazione del tessuto in sede di formazione della smagliatura.