Pelle secca: sintomi, cause e rimedi

17 Giugno 2016

Luminosa, tonica e dall’aspetto sano, queste le caratteristiche di una pelle idratata e gradevole. Capita però, a volte, che alcune parti del corpo, soprattutto quelle più esposte come viso e mani, appaiano desquamate e aride, con evidenti screpolature, arrossamenti e pruriti. In una pelle secca, infatti, sudore e grassi naturali sono spesso insufficienti a proteggerla da sfregamenti e pressioni. Lo strato esterno dell’epidermide, il cosiddetto strato corneo, risulta così danneggiato e la carenza di lipidi favorisce la perdita di una quantità eccessiva di acqua da parte della cute stessa.

Sintomi 

Età, stato di salute, tempo trascorso all’aperto, stile di vita, ambiente e alimentazione influiscono sui segni della secchezza cutanea. L’inaridimento della pelle compare solitamente in modo graduale: nelle prime fasi non causa particolari problemi, mentre col tempo l’epidermide può diventare molto tesa, pruriginosa, ruvida e raggrinzita.

I sintomi principali sono:

  • Tensione, soprattutto dopo aver lavato la parte interessata
  • Ruvidezza
  • Disidratazione
  • Sfaldamento
  • Piccoli tagli e crepe della pelle
  • Prurito.

Nella maggior parte dei casi è sufficiente seguire una beauty routine adatta a questo tipo di pelle, utilizzando prodotti delicati e idratanti. Quando la desquamazione riguarda invece una vasta area oppure la secchezza e il prurito sono tali da disturbare il sonno, conviene consultare il dermatologo per una diagnosi diretta. L’intervento del medico potrebbe essere utile per escludere che la secchezza cutanea sia dovuta ad alcune patologie (come psoriasi, dermatiti, rosacea e altre comuni malattie della cute) o all’uso di particolari medicinali.

Cause

Sono molti gli agenti, esogeni ed endogeni, a provocare la pelle secca.

pelle secca_1

Vediamone alcuni:

  • Freddo: le basse temperature irritano e seccano la nostra cute, specie quella del viso. Il freddo agevola la contrazione dei vasi sanguigni e diminuisce la quantità d’acqua biodisponibile per la cute; la conseguenza è il rallentamento dei naturali processi di rigenerazione e di produzione di film idrolipidico.
  • Vento e scarsa umidità atmosferica: potenziano la traspirazione della pelle causando un’eccessiva perdita d’acqua.
  • Lavaggi frequenti e bagni troppo caldi: un ricorrente contatto con l’acqua, soprattutto se calda, può rompere le barriere lipidiche della pelle.
  • Detergenti troppo aggressivi: tra i più comuni quelli contenenti SLES (sodium laureth sulfate) e SLS (sodium lauryl sulfate).
  • Esposizione ai raggi UV: sole e lampade abbronzanti asciugano l’epidermide e danneggiano il derma in profondità, andando ad intaccare elastina e collagene. Questo porta alla formazione di rughe e pelle cadente.
  • Invecchiamento: in età avanzata la pelle produce meno lipidi, il film idrolipidico si assottiglia e la fisiologia della cute si compromette sempre di più.
  • Fumo: la nicotina contenuta nelle sigarette determina una rilevante riduzione della circolazione sanguigna. Le fibre del tessuto connettivo, pertanto, perdono elasticità e idratazione e la cute invecchia prematuramente. Inoltre favorisce fortemente la formazione delle rughe da taglio nel contorno labbra, tipica conseguenza della mimica facciale durante l’atto di aspirazione della sigaretta.
  • Genetica.
  • Cambiamenti ormonali, come in gravidanza o menopausa.
  • Farmaci: alcuni antibiotici per combattere l’acne e i diuretici per la pressione arteriosa stimolano l’espulsione di acqua dal corpo.
  • Alcune patologie: dermatite atopica e psoriasi, ad esempio, nascono da infiammazioni e sono caratterizzate da pelle desquamata e arrossata.
  • Disturbi della tiroide: le persone che soffrono di ipotiroidismo vedono ridotta l’attività delle ghiandole sebacee e quindi la comparsa secchezza cutanea.

Rimedi

Uno stile di vita sano e curato è il primo passo per garantirsi una pelle luminosa e idratata.

pelle secca_2

La salute comincia appunto dalla tavola: è essenziale bere almeno 2 litri di acqua al giorno e assumere grandi quantità di frutta e verdura, ricche di liquidi e sostanze antiossidanti. In generale, sono da preferire gli alimenti ricchi di vitamina A ed E, evitando alcolici, cibi troppo salati e grassi.

Reidratare la pelle dall’interno, dunque, ma anche dall’esterno, attraverso cosmetici specifici per la pelle secca e disidratata, capaci di penetrare negli strati più profondi. Sono da preferire prodotti che sfruttano principi di idratazione attiva (ovvero favoriscono il richiamo di acqua dall’ambiente verso la cute) rispetto a prodotti che sfruttano solo meccanismi di idratazione passiva (rallentamento della traspirazione e quindi della perdita d’acqua). Nel primo caso il prodotto riproduce le proprietà igroscopiche della naturale idratazione cutanea favorendo la captazione di molecole di acqua dall’ambiente e dagli strati più profondi. In genere, sono prodotti ricchi di glicerina, aminoacidi, acido ialuronico e sostanze emollienti naturali in grado di rallentare la perdita d’acqua attraverso gli strati superficiali della cute.

Per eliminare la pelle secca è importante seguire poche piccole accortezze, partendo dall’eliminazione di detergenti aggressivi per privilegiare invece i prodotti naturali e idratanti.

La daily care specifica per le pelli secche prevede:

  • Detersione: preferibilmente con latti detergenti, saponi liquidi delicati, oli lavanti o sonde; da evitare saponi solidi o liquidi molto alcalini.
  • Crema idratante: da applicare quotidianamente sulla pelle pulita, dopo la detersione del viso e del corpo, al mattino e alla sera. Per il giorno è meglio sceglierne una con filtro solare per proteggersi dai danni dei raggi ultravioletti. Se la pelle è molto secca e ruvida è opportuno utilizzare una crema in grado di ripristinare il funzionamento degli strati più profondi.
  • Gommage: il trattamento esfoliante, da eseguire una volta a settimana, è capace di eliminare le impurità superficiali e le cellule morte dell’epidermide.
  • Maschera per il viso detergente e idratante: in casi di secchezza cutanea persistente una maschera a settimana aiuta a idratare la pelle e a ridurre la formazione delle rughe.

Per combattere la secchezza cutanea e mantenere una pelle giovane, Officina Italica propone la crema viso pluriattiva antiage ‘O Piennolo per il giorno e la crema ridensificante Novella per la notte. Per la detergenza raccomanda il latte detergente microesfoliante dermolenitivo Ampomola, mentre per quanto riguarda il corpo consiglia la crema corpo restitutiva idratante Tosco, particolarmente rielasticizzante e con un tempo di attività testato fra le 6 e le 8 ore, adatta anche per pelli molto sensibili.