Pelle matura: i rimedi per contrastare l’invecchiamento cutaneo

29 Luglio 2016

Preservare la nostra bellezza nonostante il passare degli anni: un desiderio di molte donne, un obiettivo che può essere raggiunto attraverso piccoli ma significativi gesti quotidiani nella prevenzione all’invecchiamento cutaneo.

Con il trascorrere del tempo, la pelle subisce una modificazione a livello cellulare e strutturale, che si riflette progressivamente nel nostro aspetto esteriore. Cosa succede, dunque, nella nostra epidermide?

pelle_matura_1

Come cambia la pelle intorno ai 50 anni

Il cronoaging cutaneo è un fattore fisiologico ed inesorabile che può essere però rallentato.

In coincidenza con la menopausa, entrano in gioco anche fattori ormonali che provocano un minor rinnovamento cellulare e una perdita di idratazione. A causa del calo nella produzione di fibre di collagene e fibre di elastina, la pelle matura perde gran parte della sua componente elastica e tende ad avere un aspetto atono e rilassato. La diminuzione della capacità di reidratazione del tessuto, inoltre, comporta un aumento della secchezza cutanea, portando a conseguenze quali perdita di compattezza, luminosità e morbidezza

L’invecchiamento cutaneo dovuto alla carenza di estrogeni, però, non risulta uguale per tutte le donne.

  • Alcune percepiscono una maggiore reattività verso i fattori ambientali, con il conseguente peggioramento di inestetismi preesistenti, come couperose e sensibilità cutanea.
  • Altre evidenziano segni di rilassamento della pelle, perdita della forma ovale del volto e intensificazione delle borse sotto gli occhi.
  • Altre ancora, vedono la comparsa di rughe, macchie e discromie cutanee.

[Tweet “Rilassamento, sensibilità, secchezza, rughe. Come cambia la pelle dopo i 50 anni?”]

In linea generale c’è comunque una tendenza alla secchezza cutanea. Con la menopausa, infatti, diminuisce la quantità di sebo prodotta sulla superficie della pelle. Per questo motivo anche chi in passato ha avuto un’epidermide mista o grassa può ritrovarsi dopo i 50 anni a confrontarsi con fenomeni di secchezza, fragilità, screpolature e capillari visibili dovuti all’assottigliamento della cute.

Col tempo la pelle diventa anche più suscettibile agli sbalzi caldo/freddo e può presentare arrossamenti dovuti alle differenti condizioni climatiche.

Le buone abitudini da ricordare

La pelle matura necessita di piccole attenzioni, utili a rallentare il processo di invecchiamento. In primo luogo è importante ricordarsi di condurre uno stile di vita sano: un’alimentazione equilibrata e le giuste ore di sonno possono fare molto per il nostro aspetto esteriore. Non dimentichiamoci anche di limitare l’uso di alcol e fumo e proteggere la pelle durante l’esposizione al sole: l’abbronzatura continua può essere gratificante ma nel lungo periodo è uno dei fattori che maggiormente incide sull’invecchiamento cutaneo.

pelle_matura_2

La beauty routine per la pelle matura

Dopo la menopausa, la detersione della pelle deve adeguarsi alle nuove esigenze ed essere più delicata. Data la progressiva perdita d’acqua della nostra cute, è importante evitare prodotti con tensioattivi aggressivi ad alto potere schiumogeno, che garantiscono un alto potere lavante, ma favoriscono la dilatazione del film idrolipidico e sono dunque potenzialmente irritanti e delipidizzanti. È necessario quindi usare detergenti delicati sia per il corpo che per il viso, capaci di apportare sostanze emollienti e idratanti; sono sconsigliati i classici saponi alcalini, che destabilizzano il pH fisiologico della pelle e di conseguenza la sua reattività. Inoltre è sconsigliato l’uso di tonici a base alcolica (troppo astringenti) e maschere asciuganti (come per esempio le maschere all’argilla).

La crema idratante anti-aging ha il prezioso compito di mantenere integra la barriera cutanea, correggere un’eventuale disidratazione e agire su rilassamento, macchie, capillari, rughe. La pelle matura ha infatti bisogno di sostanze che sollecitano la riparazione dello strato corneo, come ad esempio le ceramidi, ricche di acidi grassi che costituiscono le membrane cellulari e che in menopausa tendono a diminuire. Ottimi i cosmetici che contengono acido ialuronico e omega-3 (per favorire la rielasticizzazione), vitamina C e bioflavonoidi (come antiossidanti), biopeptidi vegetali (per ridensificare le rughe e combattere il rilassamento).

[Tweet “Detersione delicata e creme antiaging: la beauty routine per la pelle matura”]

Prendersi cura della propria pelle, con costanza e regolarità, non porta certo a miracoli ma migliora decisamente lo stato della nostra cute.

La crema viso notte ridensificante Novella dona consistenza e idratazione profonda a tutti i tipi di pelle, contrastando la formazione di radicali liberi, ridensificando le rughe già in essere e ricompattando la pelle.