Latte detergente: il primo passo per una corretta detersione del viso

15 Luglio 2016

Detergere il viso è un gesto di bellezza indispensabile per mantenere la pelle luminosa ed elastica e combattere i primi segni di invecchiamento. Si tratta di pochi e semplici step quotidiani, da non lasciare assolutamente al caso per evitare di compromettere la salute e la bellezza cutanea. La detersione risulta, purtroppo, un passaggio spesso trascurato o mal eseguito, ma fondamentale a rendere efficaci i trattamenti successivi, come l’applicazione di una crema idratante o di un siero antietà. Qualsiasi prodotto cosmetico infatti, aumenta la propria efficacia se applicato su pelle pulita, poiché non trova ostacoli durante il processo di penetrazione e i pori non sono occlusi da residui di vario genere.

Mai limitarsi ad acqua e sapone

Vi capita spesso di sentir tirare la pelle dopo aver lavato il viso con acqua e sapone? Questo avviene perché, oltre allo sporco superficiale, il sapone porta via con sé anche il naturale strato protettivo dell’epidermide (film idrolipidico) che ne garantisce il buon funzionamento, con la conseguente comparsa di rughe, rossori e secchezza. Altra nota dolente è il pH notoriamente basico della stragrande maggioranza dei saponi, che va ad alterare il normale pH fisiologico (leggermente acido) della pelle, portando ad uno squilibrio temporaneo del suo naturale funzionamento.

Per questo motivo è importante detergere la pelle con i giusti cosmetici, primo fra tutti il latte detergente.

Cos’è il latte detergente? 

È un’emulsione con una reologia molto fluida per renderlo scorrevole; incorpora una fase grassa emolliente e delicata sulla pelle e rimuove lo sporco per affinità.

Può essere considerato il prodotto principe per eliminare trucco, impurità ed eccesso di sebo, capace di pulire perfettamente la pelle. A differenza del sapone, il latte detergente non fa schiuma né influisce sul pH e sull’idratazione cutanea.

Un prodotto specifico per ogni pelle

Ovviamente non tutti i detergenti sono adatti ad ogni tipo di pelle e alle diverse esigenze. In linea di massima vediamo qualche differenza:

  • Pelle secca: perfetto il latte detergente emolliente o l’acqua micellare.
  • Pelle mista o grassa: preferibili prodotti monobasici come acque micellari o gel, con caratteristiche riequilibranti. L’uso di prodotti aggressivi porta, infatti, a un aumento della secrezione di sebo da parte delle ghiandole, andando a peggiorare la situazione.
  • Pelle matura: ottimo un detergente con leggera azione esfoliante, in grado di riattivare la microcircolazione e migliorare il tono.

Come si applica il latte detergente?

Il latte detergente va applicato con movimenti rotatori in senso orario, come una sorta di massaggio capace di favorire la dilatazione dei pori e la conseguente eliminazione delle tossine.

latte detergente applicazione

Esistono principalmente due metodi per applicarlo:

  • Con un dischetto di cotone: in questo modo tutte le impurità rimosse saranno ben visibili sul cotone. Per non stressare troppo la pelle, è consigliabile non passare il dischetto più di due volte sulla stessa zona.
  • Direttamente con le dita: il metodo più pratico e facile, proprio allo stesso modo del normale sapone. Una volta passato il latte detergente con movimenti circolari, per rimuovere le impurità è necessario sciacquare il viso con acqua tiepida e asciugarlo tamponando.

Quando utilizzare il latte detergente?

La risposta è mattina e sera.

latte detergente quando applicarlo

La routine detergente deve infatti essere effettuata due volte al giorno:

  • al mattino, per eliminare le cellule morte e il sebo depositatosi nella notte. Durante il sonno la nostra pelle risulta più attiva, disintossicando i tessuti ed eliminando le cellule morte. Al risveglio è buona norma, perciò, rimuovere tutti i residui rimasti in superficie con l’applicazione di un buon prodotto. La pelle risulta così più fresca e luminosa, pronta per il make up.
  • alla sera, per rimuovere efficacemente residui di trucco, impurità e smog, che ostruiscono i pori e riducono l’ossigenazione della pelle, causando talvolta infiammazioni, punti neri, rossori e acne.

Altrettanto importante l’utilizzo del tonico, che completa l’azione del latte detergente eliminando gli ultimi residui di impurità. È un vero alleato della nostra bellezza, poiché ripristina il pH fisiologico cutaneo oltre a rinfrescare, tonificare e reidratare la pelle.

Officina Italica propone il Latte detergente esfoliante dermolenitivo Ampomola, che assicura una detersione profonda (tramite microesfoliazione delicata) e dolce di viso e collo, garantendo la rimozione del make up e dei residui di particolato.