SOS cellulite: cause e rimedi

6 Maggio 2016

Il peggior incubo di tutte le donne, più o meno magre che siano, è senza dubbio la cellulite. Un disturbo sgradevole che colpisce circa l’80% della popolazione femminile, una patologia che possiamo perciò definire democratica e che si presenta principalmente su cosce, glutei e fianchi.

Con l’arrivo della bella stagione le gonne si accorciano, le vacanze al mare sono prossime e si scopre, come ogni anno, l’inestetica pelle a buccia d’arancia, opaca e gonfia. Urge correre ai ripari, sì, ma come? Per combattere il problema, è necessario innanzitutto conoscerlo, scoprirne le cause, i possibili rimedi e i modi per prevenirla, prima che sia troppo tardi.

Cos’è la cellulite

Si tende spesso a identificarla come un problema di “grasso”, ma in realtà la questione è molto più complessa. La cellulite, definita scientificamente come pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica, è a tutti gli effetti una malattia che vede lo strato adiposo sottocutaneo alterato e che si manifesta con una profonda modificazione della circolazione sanguigna a livello dei capillari del derma.

Quali sono le cause principali

Tra i fattori scatenanti responsabili di questo cruccio evergreen troviamo in primis l’azione degli estrogeni, che altro non sono che gli ormoni sessuali femminili, fatto che spiega la tendenza della cellulite ad “aggredire” quasi esclusivamente le donne. Favorendo la ritenzione di liquidi, gli estrogeni contribuiscono ad aumentare il volume e a rompere le cellule di grasso sottocutaneo, creando malfunzionamenti nel microcircolo e rigonfiamenti del tessuto adiposo. Gli uomini non sono del tutto immuni a questo tipo di fenomeno, però: non è infatti raro riscontrare adiposità localizzate con ritenzione idrica anche in soggetti maschili. Quello che cambia è la localizzazione di questo inestetismo, che negli uomini si manifesta principalmente nella parte superiore del corpo, in particolare la pancia.

Ma non è certo il sesso l’unico responsabile dei fastidiosi cuscinetti che vediamo spuntare in spiaggia da sotto il pareo. La cellulite è il riflesso di chi siamo e della vita che conduciamo. La predisposizione genetica è un fattore importante, ma c’è di più. Come non menzionare la vita sedentaria, il sovrappeso e una cattiva alimentazione, caratterizzata da tanti, troppi grassi e sale?  La colpa è anche dello stress, certo, del fumo, dell’abuso di alcol o di una perdita di peso in alcuni casi troppo rapida. Non dimentichiamoci poi di citare abbigliamento stretto e tacchi troppo alti, che favoriscono la compressione dei piccoli vasi circolatori.

I rimedi per prevenire e attenuare la cellulite

Prevenire è meglio che curare, dunque. Un’ovvietà che comporta sacrificio e costanza e che può essere riassunta con “stile di vita sano”. Una vita regolare che comincia a tavola, con un’alimentazione equilibrata, ricca di frutta e verdura di stagione e povera di sale e zuccheri, che possono provocare ritenzione idrica. L’assunzione di molta acqua durante il giorno (almeno 2 litri), anche sotto forma di tisane e infusi, non solo mantiene la pelle idratata e luminosa, ma favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso, andando a prevenire la ritenzione idrica, causa scatenante della cellulite.

L’attività sportiva è una costante per mantenersi in forma e bruciare i grassi. Non parliamo di maratone o sessioni di palestra estenuanti: sono sufficienti due/tre allenamenti settimanali o trenta minuti di camminata al giorno. Con costanza e regolarità la circolazione del sangue ne trarrà beneficio e l’esercizio fisico aiuterà ad accelerare il metabolismo nonché a ridurre gli accumuli adiposi.

sos_cellulite_interna_2

Oltre ai buoni propositi e a un impegno quotidiano vengono in nostro soccorso diversi prodotti cosmetici, da applicare sulla pelle pulita con un leggero massaggio che stimola la riattivazione del microcircolo. Durante un trattamento anticellulite è importante tenere la pelle idratata ed elastica, in modo da evitare il formarsi di fastidiose smagliature causate dalla diminuzione del volume dei tessuti sottostanti.

Sfatiamo anche qualche mito: i prodotti anticellulite risultano spesso molto sgradevoli e creano problemi di applicazione. Arrossamenti, bruciore, cattivo odore e pessima texture non sono però requisiti necessari all’efficacia di un prodotto, ma solo causa di abbandono di quest’ultimo dopo un breve utilizzo. Scegliere prodotti di qualità, efficaci e gradevoli, è dunque la prima mossa nella lotta alla cellulite.

Tra le sostanze più efficaci contro l’inestetismo troviamo:

  • caffeina: drena i liquidi stagnanti e stimola il metabolismo dei grassi, riducendo i cuscinetti adiposi;
  • tè verde: ha azione antiossidante sui radicali liberi e, come la caffeina, agisce sul metabolismo;
  • omega-3: acidi grassi che favoriscono la stabilità delle membrane cellulari e contribuiscono al fisiologico riassorbimento dei liquidi in eccesso;
  • estratto di peperoncino: ha effetto benefico sulla riattivazione del microcircolo, fondamentale per la cura della cellulite.

Insomma, pazienza e determinazione premiano. E se finora non hai fatto abbastanza non disperare: sei ancora in tempo per migliorare. Non rassegnarti al detto “Mal comune, mezzo gaudio”: sport, buona alimentazione e prodotti funzionali usati regolarmente sono i pilastri su cui puntare per avere gambe al top!

sos_cellulite_interna_1

Scopri la nostra crema rimodellante attiva pancia e fianchi Forma Piccante