PELLE A BUCCIA D’ARANCIA, PERCHé SI FORMA E COME ELIMINARLA

29 aprile 2017

E’ ancora presto, l’Inverno non è del tutto alle porte, per spogliarsi mancano dei mesi … e invece no, ci risiamo come ogni anno, il lungo e tormentato percorso per la prova costume è già cominciato; vediamo dunque come affrontare la cellulite e la fastidiosissima pelle a buccia d’arancia.

Per una migliore trattazione dell’argomento Officina Italica ha deciso di avvalersi dell’opinione della Dr.ssa Annalisa Bonci, titolare della Farmacia Bonci Resti di Badia Agnano in provincia di Arezzo, che da anni tratta questo tipo di problema e alla quale abbiamo posto alcune domande.

Che cos’è la cellulite?

La cellulite è un disturbo che coinvolge circa l’80% della popolazione femminile ed è assimilabile ad una vera e propria patologia, in alcuni casi anche molto grave. A livello medico la cellulite viene definita come pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica, un termine che indica uno stato di alterazione della microcircolazione sanguigna a livello del pannicolo adiposo sottocutaneo. La traduzione di questa definizione è semplicemente un cattivo funzionamento della circolazione con conseguente stagnazione di liquidi sotto la pelle, che ne determinano un aspetto disomogeneo.

Perché la pelle prende l’aspetto della “buccia d’arancia”?

Premesso che la componente adiposa dell’organismo può essere ridotta principalmente a tavola (quindi con una dieta ipocalorica) e facendo attività fisica (fondamentale per bruciare i grassi in eccesso), non è detto che tutto ciò sia sufficiente per eliminare la cellulite. La cellulite infatti si può manifestare anche in persone non in sovrappeso.
L’inestetica pelle a buccia d’arancia, derivando da una fuoriuscita di liquidi che ristagnano negli interstizi cellulari, ha bisogno di essere trattata in maniera mirata e specifica, perché un dimagrimento spesso non garantisce da solo quei risultati estetici che ci si aspetta, ma in parallelo bisogna prendersi cura anche della pelle, che si trova a fronteggiare una diminuzione di volume.

A chi viene la cellulite?

La cellulite colpisce principalmente il genere femminile, anche se gli uomini non ne sono assolutamente immuni, e solitamente interessa la pancia, i fianchi e le cosce.

Perché sono soprattutto le donne ad essere afflitte da questo problema?

La risposta è da ricercare nella sfera ormonale e più nello specifico nella quantità di estrogeni nelle donne, che altro non sono che gli ormoni sessuali femminili. Gli estrogeni favoriscono la ritenzione idrica e questo comporta un aumento di volume degli adipociti che lasciano fuoriuscire i liquidi quando non sono ppiù in grado di sostenere questo aumento di volume. La conseguenza è una ridotta funzionalità dei capillari che non riescono a drenare questi liquidi. Negli uomini il fenomeno è ridotto e la localizzazione di questo inestetismo si manifesta principalmente nella parte superiore del corpo, in particolare nella pancia.

Quali sono i cibi da evitare?

Banalmente dobbiamo evitare tutto ciò che è considerato ipercalorico. E’ ovvio che se cominciamo a voler migliorare il nostro aspetto il percorso passa inevitabilmente dalla tavola, dove dobbiamo riuscire con pazienza e senza fretta a mangiare in maniera più sana. Considerando poi che l’organismo reagisce alle carenze nutritive (compreso l’apporto idrico giornaliero) con interventi che ne garantiscano la sopravvivenza, è fondamentale bere molta acqua (almeno 2  litri al giorno) per evitare che la carenza idrica venga interpretata come una situazione di emergenza in cui, se non arrivano rifornimenti dall’esterno, bisogna trattenere quella che c’è aumentando così la ritenzione idrica. Un buon apporto d’acqua all’organismo favorisce la diuresi e aiuta soprattutto la pelle a mantenersi tonica e luminosa.

Che tipo di attività fisica è consigliata?

Volendo generalizzare il discorso, quindi tralasciando tutte le eccezioni del caso, l’attività fisica consigliata è di tipo aerobico, ovvero un allenamento in cui l’organismo lavora sempre in presenza di ossigeno. Questo perché la presenza costante di ossigeno garantisce una riduzione completa dei carboidrati, passando poi a bruciare le riserve di grasso una volta smobilitate tutte le riserve di zuccheri complessi.
Sfatiamo anche il mito che non bisogna bere durante l’allenamento, si deve bere e favorire il ricambio di liquidi. Non bevendo e sudando in maniera abbondante si ottiene solo una disidratazione temporanea (che non corrisponde ad una diminuzione di massa grassa) che favorisce la ritenzione idrica.

Coma può aiutarci un cosmetico in presenza di pelle a buccia d’arancia?

Favorendo la riattivazione del microcircolo, la ricaptazione dei liquidi stagnati e aumentando il livello di elasticità della pelle per evitare lassismi e smagliature. Le creme snellenti vanno comunque sempre applicate con un leggero massaggio nelle zone interessate perché l‘azione meccanica favorisce non solo la penetrazione del prodotto, ma anche la smobilitazione dei liquidi stagnanti.
Spesso i trattamenti vengono abbandonati dopo poche applicazioni, ma è importante usare questi prodotti con costanza perché i risultati migliori si ottengono nell’arco di almeno un mese di applicazione.

Perché nella sua farmacia propone FORMA PICCANTE?

Perché durante un trattamento anticellulite è importante tenere la pelle sempre sotto controllo e in questo prodotto si trovano alcuni degli attivi più efficaci nel contrastare questo fastidioso problema come la caffeina (drena i liquidi stagnanti e stimola il metabolismo dei grassi, riducendo i cuscinetti adiposi), il tè verde (con azione antiossidante sui radicali liberi), gli omega-3 (favoriscono la stabilità delle membrane cellulari e contribuiscono al fisiologico riassorbimento dei liquidi in eccesso) e l’estratto di peperoncino (ha effetto benefico sulla riattivazione del microcircolo).
Oltre al fatto che è un prodotto in cui sono stati eliminati tutti quegli aspetti sgradevoli che rendono difficile l’applicazione di molti di questi prodotti causandone l’abbandono durante il trattamento, come cattivo odore, bruciori e texture molto pesanti.

Il nostro consiglio è dunque quello di non chiedere miracoli alla provvidenza, ma cominciare una dieta sana, un po’ di attività fisica e farsi aiutare da un buon prodotto cosmetico di comprovata efficacia; c’è ancora tutto il tempo per arrivare in forma al momento di scoprire le gambe e mettere in evidenza i fianchi.

Scopri la nostra crema rimodellante attiva pancia e fianchi Forma Piccante

 

Dr.ssa Annalisa Bonci

Laureata con il massimo dei voti  e lode in Farmacia
Corso di Formazione in Fitoterapia
Scuola di Omeopatia

Per informazioni o consigli:
farmaciabonci@libero.it

Potrebbe interessarti